L'Idomeneo


L'Idomeneo - Cover
ISSN: 2038-0313
L'Idomeneo nasce nel 1998 come organo della sezione di Lecce della Società di Storia Patria per la Puglia, caratterizzandosi in modo preciso nel settore degli studi storici dal punto di vista dei contenuti, e proponendosi nello stesso tempo quale strumento di raccordo tra l'impostazione accademica della ricerca e il fertilissimo impegno degli studiosi che operano sostanzialmente in ambito locale.
Idomeneo, il mitico re di Creta, dopo la guerra di Troia e altre vicissitudini, riparò nella Puglia meridionale e fondò la città di Lecce: è il simbolo di un territorio frequentato, abitato, attraversato, nel corso del tempo da gruppi e persone dalla più varia provenienza, che deve a questo una estrema ricchezza di vicissitudini, materia di indagine e di interesse costantemente rinnovati. Da qui la scelta del titolo della rivista, che ha il pregio di collocarla in un contesto storico-geografico e sociale ben definito, espressione di un territorio tuttavia aperto alle dinamiche e ai processi globali.
Con il tempo, grazie anche al contributo di numerosi docenti universitari esperti in vari settori della ricerca, oltre che dei collaboratori più fedeli, i contenuti si sono ulteriormente ampliati, si è perseguito un aggiornamento delle questioni da affrontare e della metodologia; la natura stessa dei temi si è diversificata, riguardando, spesso e volentieri, l'attualità più vicina, i modi e i mezzi per analizzarla e i campi, per fare qualche esempio, della linguistica, dell'antropologia, della biologia, della museografia.
Ora "L'Idomeneo" si presenta in doppia veste, cartacea ed elettronica: è una scelta dettata dalle opportunità che i mezzi della comunicazione scientifica oggi offrono, con l'obiettivo di collocare la rivista in un consesso allargato di contatti e di fruitori possibili; essa rientra inoltre, a partire dal numero 14, rimanendo espressione della Società di Storia Patria (sezione di Lecce), tra le pubblicazioni periodiche del Dipartimento di Beni Culturali dell'Università del Salento, opzione che ne conferma a maggior ragione la dimensione istituzionale e la vocazione scientifica.

N. 27 (2019) - Due maestri dell'Italianistica Mario Marti e Donato Valli

Articles


Frontespizio e pagine iniziali Details     PDF
1-2

Sommario Details     PDF
3-4

Premessa Details     PDF
Mario Spedicato 5-8

Prefazione Details     PDF
Antonio Lucio Giannone, Marco Leone 9-14

SEZIONE I - Mario Marti Details     PDF
15-16

Ricordo di Mario Marti Details     PDF
Mario Chiesa 17-34

La filologia interpretativa di Mario Marti Details     PDF
Marco Leone 35-40

Marti e la letteratura antica (con qualche divagazione) Details     PDF
Rosario Coluccia 41-46

Il Dante di Mario Marti Details     PDF
Valter Leonardo Puccetti 47-52

Mario Marti e gli studi su Ludovico Ariosto Details     PDF
Fabio D'Astore 53-62

Pionierismo e durata della lezione di Marti leopardista Details     PDF
Beatrice Stasi 63-68

«Dalla Regione per la Nazione»: il Salento letterario di Mario Marti Details     PDF
Antonio Lucio Giannone 69-84

SEZIONE II - Donato Valli Details     PDF
85-86

Ricordo di Donato Valli Details     PDF
Antonio Lucio Giannone 87-98

Frammento, prosa d'arte, prosa in prosa: gli studi di Valli sulla «prosa di poeti» Details     PDF
Fabio Moliterni 99-106

Valli e Rebora Details     PDF
Marco Leone 107-112

«Ti prometto che tornerò»: il sodalizio Valli-Comi Details     PDF
Simone Giorgino 113-120

L'eredità di Valli studioso dell'ermetismo Details     PDF
Beatrice Stasi 121-130

Donato Valli e la parodia della scienza nei settenari sdruccioli della Stampita leccese Details     PDF
Antonio Romano 131-140

Donato Valli e la poesia dialettale Details     PDF
Fabio D'Astore 141-154

Gli studi di Donato Valli sulla scuola carducciana salentina Details     PDF
Vincenzo Bianco 155-166

«Il cielo a bocca aperta…». Valli fra Erminio G. Caputo e Rocco Scotellaro Details     PDF
Emilio Filieri 167-188

La critica militante di Donato Valli Details     PDF
Patrizia Guida 189-196

Donato Valli e il ruolo del 'territorio': pagine di critica e di vita Details     PDF
Francesco Giuliani 197-210

Valli docente di bibliografia Details     PDF
Alessandro Laporta 211-216

Il frammento come luce dell'emozione in Donato Valli Details     PDF
Hervé A. Cavallera 217-228

Donato Valli, culto e promozione del Salento Details     PDF
Luigi Montonato 229-246

Valli, il «Laboratorio di poesia» e «l'incantiere» Details     PDF
Walter Vergallo 247-262

Il paesaggio salentino in Donato Valli tra arte e letteratura Details     PDF
Paolo Agostino Vetrugno 263-278

Una conferenza di Donato Valli Details     PDF
Oronzo Casto 279-288

Indice dei Nomi Details     PDF
289-297

Colophon Details     PDF
298


Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa.



e-ISSN: 2038-0313