طراحی قالب وردپرس

I popolamenti dell\'Infralitorale di substrato roccioso lungo la costa salentina. I Crostacei Decapodi


Abstract


It
Lungo la costa salentina del Golfo di Taranto, da Capo S. Vito a Gallipoli, sussiste una piattaforma rocciosa intertidale discontinua. Su tale piattaforma di natura calcarenitica, vive una fauna carcinologica in cui si distinguono specie reperibili tutto l’anno come Acanthonyx lunulatus e Clbanarius eythropus, le cui popolazioni, in fatto di numero di individui, risentono dei cicli vegetazionali (periodi di massima presenza e periodi di depauperamento), e specie caratterizzate da migrazioni verticali come Pirimela denticulata e Palaemon elegans.La temporanea presenza, di queste ultime specie è da correlare alle esigenze trofiche, almeno per certi stadi del loro sviluppo, ovvero riproduttive.Accanto a tali specie coabitano altre che perciò devono essere considerate accompagnatrici come Hippolyte leptocerus, Pilumnus hirtellus, Pisa corallina e Pagurus anachoretus di cui è nota l’ampia ripartizione ecologica. Altre specie, invece, che non mostrano di avere un’effetti-va possibilità di convivenza can quelle caratteristiche, sono da ritenersi accidentali, ma affatto interessanti, come Micropanope guinotae, Monodaeus couchi ed Ackaeus sp..
En
With the present paper the Crustacea Decapoda living on a tidal platform, present along the jonian coast of the Gulf of Taranto, are investigated. Acanthonix lunulatus and Clibanarius erythropus are resulted present all the time in the relationship with the vegetable substratum. On the contrary, Pirimela denticulata and Palaemon elegans are present only in some periods, (depending by the biological moments of their reproductivity or feedeng necessity at larval stages. Other species as Hippolyte leptocerus, Pilumnus hirtellus, Pisa corallina and Pagurus anachoretus have to be considered not representative for this biocenothic level. At the end, there are Micropanope guinotae, Monodeus couchi and Achaeus sp. for which an effective cohabitation with the characteristic species is very improbable and have to be considered casual but equally interesting.

DOI Code: 10.1285/i15910725v11p137

Full Text: PDF


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.