طراحی قالب وردپرس

Heteropoda e Pteropoda thecosomata in sedimenti abissali recenti nello Jonio


Abstract


It
Viene descritta e figurata la morfologia del guscio di 7 specie di Heteropoda e di 14 specie di Pteropoda raccolti dalla n/o "Ruth Ann" con dragaggi abissali tra 1000 e 4000 m. di profondità, nel Mare Ionio tra il Golfo di Taranto e l’isola di Cefalonia. Per ogni singola specie, inoltre, è stato fatto un elenco sinonimico quanto più completo possibile limitatamente ai lavori riguardanti il Mediterraneo e vengono forniti alcuni dati sulla sua distribuzione orizzontale e verticale. Tutte le specie di Heteropoda segnalate nel Mediterraneo sono presenti nei campioni studiati, manca solamente Protatlanta souleyeti che sinora è stata raccolta solamente nel Mare di Alboran. Atlanta lesueuri è segnalata per la prima volta nel Mare Ionio. Protatlanta sculpta var. mediterranea ISSEL viene elevata al rango di specie col nome di Protatlanta mediterranea; questa specie sinora era conosciuta solo nello Stretto di Messina, località tipica. La specie predominante come numero di esemplari è Atlanta peroni (80%) seguita a distanza da A. inflata (6%), A. fusca, Protatlanta mediterranea, Oxygyrus keraudreni e Cari-naria lamarcki (3%) e da Atlanta lesueuri (2%).Per quanto riguarda i Pteropoda Thecosomata tredici delle quattordici specie raccolte erano già note per il Mare Ionio; solo Peraclis apicifulva viene segnalata per la prima volta in Mediterraneo. Le specie più abbondanti sono Styliola subula e Limacina inflata rappresentate rispettivamente dal 25% e 22% degli esemplari; seguono Creseis virgula (15%), C. acicula ed Euclio pyramidata (10%), Cavolinia gibbosa e C. inflexa (5%) e tutte le altre specie con percentuali inferiori. Le specie più rare sono Limacina bulimoides e Peraclis apicifulva presenti con pochi esemplari.
En
The shells are described and figured of seven Heteropoda species and of fourteen Pteropoda species collected by the n/o Ruth Ann, in abyssal dredgings between 1000 and 4000 metres in the Ionian Sea between the Gulf of Taranto and the isle of Cefalonia. For each species a synonimic list, as most complete as possible, has been drawn up and some data on its horizontal and vertical distribution are given.All the species of Heteropoda recorded in the Mediterranean Sea are in the samples studied; only Protatlanta souleyeti, which has been found only in the Alboran Sea, is absent. Atlanta lesueuri is recorded for the first time in the Ionian Sea. Protatlanta sculpta var. mediterranea ISSEL stands as species with the name of Protatlanta mediterranea; till now it was recorded only in the Straits of Messina, typical locality. The predominant species as number of specimens is Atlanta peroni (80%) followed by A.inflata (6%),A.fusca, Protatlanta mediterranea, Oxygyrus keraudreni and Carinaria lamarcki (3%), and by Atlanta lesueuri (2%). Thirteen oE the fourteen collected Pteropoda species were already known in the Ionian Sea; only Peraclis apicifulva is recorded for the first time in the Mediterranean Sea.The most abundant species are Styliola subula and Limacina inflata represented by the 25% and 22% of the specimens; then there are Creseis virgula (15%),C. acicula and Euclio pyramidata (lo%), Cavolinia gibbosa and C.inflexa (5%) and all the other species with lower percentages. The rarest species are Limacina bulimoides and Peraclis apicif ulva with few specimens.

DOI Code: 10.1285/i15910725v4p41

Full Text: PDF


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.