La replica di Origene all' Ἀληθὴς λόγος di Celso: un'analisi lessicale


Abstract


It
Nel Contra Celsum Origene si propone di confutare il trattato contro i cristiani del pagano Celso, l'Ἀληθὴς λόγος, replicando punto per punto alle argomentazioni dell'avversario nella maniera più dettagliata possibile e cercando di mettere in cattiva luce il rivale anche mediante un'accurata scelta lessicale. L'Alessandrino, infatti, si serve costantemente di un lessico che ponga in evidenza tutte le falsità, le assurdità, le sciocchezze e gli errori presenti nello scritto del pagano, che viene descritto come ignorante e incapace, animato esclusivamente dal suo odio nei confronti dei cristiani. Celso dunque, nelle parole di Origene, non merita di essere considerato un vero filosofo ma solo un millantatore che senza alcuna serietà ha messo insieme accuse inconsistenti e, a dispetto del titolo dato alla sua opera, false.<<>>In Contra Celsum Origen's purpose is to refute pagan Celsus' treatise against the Christians, the Ἀληθὴς λόγος, replying point by point to his opponent's arguments in a very detailed way and trying to put him in bad light even through an accurate lexical choice. The Alexandrian theologian, in fact, constantly uses a lexis which highlights each lie, absurdity, foolishness and mistake present in the writing of his pagan rival, described as ignorant and incapable, guided only by his hate towards the Christians. Therefore Celsus, in Origen's words, is not worth being considered as a true philosopher but only as a boaster who, with no earnestness, has put together a series of accusations which are inconsistent and, despite the title given to his work, untrue.

Keywords: Origene; Celso; Contra Celsum; Ἀληθὴς λόγος; Origen; Celsus; Contra Celsum; Ἀληθὴς λόγος

Full Text: PDF

Refbacks

  • There are currently no refbacks.